Cassa delle offerte a mo’ di bancomat. Parroci derubavano i fedeli per giocare a Las Vegas

DELREY BEACH (FLORIDA, STATI UNITI) – Durante il loro avvicendamento come parroci della chiesa cattolica St. Vincent Ferrer, due preti irlandesi avrebbero prelevato grosse quantità di denaro dalle offerte domenicali per permettersi uno stile di vita da nababbi. Giocate a Las Vegas, case in Irlanda, viaggi di lusso con tanto di compagnia femminile ma anche acquisti da veri intenditori, tra cui una collezione di monete rare da 275 mila dollari.

Secondo l’accusa, i due parroci “depositavano i loro prelievi” su conti bancari segreti. Il più anziano, di 81 anni, avrebbe sottratto 370.000 dollari dalle casse della chiesa mentre il più giovane, di 65 anni, ben 488.000. Ma le cifre potrebbero essere ben più alte: i contabili della parrocchia denunciano infatti un buco di 8.6 milioni di dollari in 20 anni.

L’ottantunenne ha confessato candidamente “Ho ingannato i parrocchiani per anni”. Il più giovane, che si dichiara invece innocente, è accusato di avere goduto di una relazione piccante “retribuita” con l’ex bibliotecaria della parrocchia, tanto da pagarle viaggi, la retta scolastica dei figli, la carta di credito e l’affitto di casa.

La pacchia per i due è finita nell’aprile del 2005 quando un parrocchiano, insospettito per i frequenti viaggi a Las Vegas e alle Bahamas dei due viveur, ha spifferato tutto al procuratore dello Stato. Pare abbia dichiarato: “Non c’è più religione”.

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento