Rottamazione dei vibratori: soluzione “fai da te” alla crisi

Dopo gli incentivi alla rottamazione di auto, computer e cellulari ora è il turno di un altro congegno altamente tecnologico: il vibratore.

Per uscire dalla crisi è necessario rilanciare i consumi… in camera da letto! Questa la strategia di marketing che ha ispirato la decisione della Schwabe, ditta austriaca specializzata nella vendita on line di giocattoli e accessori erotici, di lanciare un’offerta speciale senza precedenti: uno sconto fino a 40 euro per chi rottama il vecchio vibratore. Basta compilare il modulo scaricabile da internet e spedire il vecchio vibratore. Pochi giorni dopo si riceverà comodamente a casa propria uno strumento di piacere nuovo di pacca a prezzo scontato.

L’iniziativa, dichiaratamente ispirata agli incentivi per il settore automobilistico varati dal governo Merkel, e’ principalmente diretta proprio agli otto milioni di tedeschi che si servono abitualmente di un vibratore. Ma, oltre a “rilanciare l’economia domestica”, secondo la Schwabe rinnovare il ‘parco-vibratori’ gioverebbe al corpo e allo spirito in quanto la rottamazione aiuterebbe a:
– sostituire in Germania mezzo milione di vibratori in PVC, materiale vietato dalle nuove normative,
– ricreare un’atmosfera positiva nelle nostre alcove, contribuendo a sentirsi meglio in tempi di crisi nera.


Guarda il servizio di La 7:

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento