Cornuto e multato! Scopre il tradimento dalle e-mail della moglie e il giudice lo condanna al risarcimento dei danni

TREVISOScopre di essere stato tradito e chiede la separazione e l’affidamento del figlio. Sacrosanto l’obiettivo, assolutamente sbagliata la strategia di un marito trevigiano .

Durante le udienze presenta candidamente come prove schiaccianti a suo favore le e-mail che sua moglie si scambiava con l’amante. Prove effettivamente schiaccianti per il giudice, che lo condanna a pagare alla fedifraga 5.000 euri di danni per “violazione della segretezza della corrispondenza altrui”. Inutile la difesa del suo legale che sottolinea come la donna avesse lasciato il PC senza protezioni, lasciando campo libero al marito.

Secondo l’associazione degli avvocati matrimonialisti sarebbe giusto condannare un malcostume sempre più generalizzato in Italia, se si considera che l’80% dei tradimenti viene scoperto proprio sbirciando lettere, e-mail e sms del coniuge.

D’altronde, per i matrimonialisti esistono alternative perfettamente legali per scoprire i tradimenti. Come rivolgersi ad un investigatore privato, che per deontologia professionale deve rispettare i limiti di indagine. O limitarsi a studiare i comportamenti del partner.

Si. E perchè non un bel corso di “lettura della mente”? Magari… per corrispondenza!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento