Hai sempre sognato una vacanza retribuita di 6 mesi in un’isola tropicale? Hai tempo fino a lunedì per candidarti per il “più bel lavoro del mondo”

SYDNEY (AUSTRALIA) – Poco più di un mese fa’ l’ente del Turismo del Queensland aveva messo online l’offerta di lavoro per “the best job in the world“:

Ruolo: guardiano di Hamilton Island, isola tropicale presso la Grande barriera corallina in Australia
Durata: 6 mesi a partire da luglio 2009
Ore di lavoro previste: 12 al mese
Retribuzione: 75 mila euro
Benefit: villa di tre stanze vista mare in dotazione e trasporti aerei gratis
Incarico: dar da mangiare alla tartarughe, osservare le balene di passaggio, raccogliere la posta una volta a settimana e promuovere l’isola curando un blog turistico con foto e video
Regolamento: i candidati devono mandare entro il 22 febbraio 2009 un video di 60 secondi con le ragioni del loro interesse
Unico requisito per partecipare alla selezione: possedere buone capacità natatorie e tanta passione per la natura

Avendo intravisto la possibilità di una vacanza retribuita di 6 mesi, oltre 1 milione di potenziali candidati hanno visitato il sito http://www.islandreefjob.com/ nelle prime 48 ore, al ritmo di 200 persone al minuto. Questo vero e proprio assalto da parte degli utenti di tutto il mondo – dalla Mongolia alla Romania, e persino dal Vaticano – ha presto mandato in tilt il sito costringendo l’ente stesso a potenziarlo.

Siamo al rush finale. Sono arrivate finora più di 20.000 domande da oltre 180 Paesi ma c’è tempo fino a lunedì per candidarsi. Inutile a dirsi, 400 italiani sono in lizza per conquistare l’ambito titolo.

Aspettando lunedì, sicuramente un vincitore già c’è: l’ente turistico, che a fronte dei 1,8 milioni di dollari investiti ne ha incassati più di 80 in ricavi pubblicitari!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento