“Abuso di potere”, una tentazione da evitare

State pensando di approfittare della vostra posizione lavorativa? Leggete qui. Vi passerà la voglia!

CASO 1

Nazione: Germania
Posizione: Cassiera tedesca, da 31 anni dipendente della catena di supermercati Kaiser’s
Azione: l’anno scorso ha rubato due buoni, uno da 48 e uno da 82 centesimi, che un cliente aveva ricevuto in cambio di vuoti di bottiglia e aveva dimenticato sul bancone
Effetto: il tribunale del lavoro non ha tenuto conto dell’esiguità della somma sottratta né dall’anzianità di servizio e ha confermato il licenziamento poichè con il furto si è creata “una perdita di fiducia irreparabile” tra la dipendente e il datore di lavoro

CASO 2

Nazione: Italia
Ruolo al momento dei fatti: vice-comandante della polizia municipale
Azione: Nascondeva le prove fotografiche che riguardavano le sue infrazioni per eccesso di velocità, catalogandole fra gli “scatti di prova” per non pagare le multe
Effetto: la Corte dei Conti l’ha condannato a pagare 5 mila euro per danno all’immagine della polizia municipale e 286 euro al Comune di Palazzuolo sul Senio “per la mancata riscossione delle sanzioni”

Insomma, due casi all’insegna di “punirne 1 per educarne 100”. Ma come mai quell’1 non è quasi mai un potente?

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento