Vino rosso e dieta mediterranea. Semplici regole alimentari per accendere il desiderio sessuale

Secondo Nicola Mondaini, dirigente medico all’Ospedale S. Maria Annunziata di Firenze, una dieta vegetariana non perfettamente bilanciata potrebbe avere effetti negativi sul desiderio sessuale. Le verdure fritte, per esempio, se mangiate in eccesso possono causare disordini cardiovascolari e problemi legati all’aumento di colesterolo nel sangue, favorendo l’indurimento dei vasi sanguigni con effetti negativi sull’erezione.

Variare la propria alimentazione seguendo una dieta mediterranea determinerebbe invece esiti positivi sulla sfera sessuale:
– in modo diretto con aumento del testosterone, controllo del colesterolo e aumento dell’attività anti-ossidante;
– in modo indiretto, con la maggior possibilità di tenere sotto controllo il proprio peso.

E nella dieta ideale c’è posto anche per un buon bicchiere di vino rosso, annoverato tra le sostanze afrodiasiche.

Una ricerca svolta dall’Ospedale S. Maria Annunziata su un campione di 789 donne di eta’ compresa tra i 18 ed i 50 anni residenti nel Chianti ha infatti dimostrato gli effetti positivi del vino rosso sulla sessualita’ femminile. Dallo studio e’ emerso che le donne che ne consumano 1-2 bicchieri al giorno hanno una sessualita’ migliore rispetto alle astemie o alle bevitrici occasionali.

Cari Don Giovanni dell’ultim’ora, grandi notizie. Per condurre sulla cattiva strada la vostra nuova fiamma non ricorrete all’inutile quanto becera tecnica di farla ubriacare. Se s’ha da fa’ bastano un paio di bicchieri! E per evitare di fare cilecca… niente fritti!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento