Nuova idea scaccia-crisi: promessi sposi canadesi raccattano sponsor su Facebook per finanziare le nozze

HALIFAX (CANADA) – Le spese del matrimonio vi preoccupano? Vostro padre gira urlando e tirando testate su tutti i muri di casa? Raccattate un po’ di sponsor e passa la paura!

Alla faccia della crisi, la rete offre continuamente interessanti spunti per risparmiare. L’ultima genialità che coinvolge, manco a dirlo, i social network ci viene offerta da una giovane coppia di promessi sposi canadesi.

Per pagarsi le nozze, che si terranno ad ottobre, Jane MacNeil di 24 anni e il fidanzato Andrew Hall di 33, offrono pubblicita’ in cambio di sconti e donazioni avvalendosi di Kijiji e Facebook.

Come merce di scambio i futuri sposi hanno stilato un vero e proprio catalogo di servizi:
– accompagnare gli inviti con un biglietto di ringraziamenti allo sponsor,
– stampare il nome dello sponsor sui cartellini delle bomboniere che tutti gli ospiti porteranno a casa,
– indossare T-shirt con i logo durante le feste di addio al celibato e nubilato.
Ma lo sposo ci tiene a precisare che tutto sarà fatto all’insegna del buon gusto, quindi avvisa gli sponsor di non proporre striscioni stile stadio con slogan che svolazzano ovunque.

E l’iniziativa pare proprio aver colpito nel segno, se la coppia ha già trovato il fotografo e il deejay per il ricevimento. La sposa è persino in trattative per i gioielli da indossare alla festa di nozze!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento