Operato per un tumore maligno scopre di avere un abete nei polmoni

IZHEVSK (RUSSIA) – Artyom Sidorkin da tempo soffriva di dolori lancinanti al petto, tossiva di continuo e sputava sangue. Convinti che il ragazzo avesse una neoplasia, i medici hanno quindi deciso di operarlo con urgenza.

Ma ecco l’imprevedibile colpo di scena: durante l’operazione i chirurghi hanno scoperto che il ventottenne non aveva un tumore maligno, bensì un abete di 5 centimetri nei polmoni!

Anche se l’abete non era addobbato, Artyom avrà sicuramente pensato “E’ Natale”, gioendo di questo inatteso regalo.

Di certo ai medici si è presentato un bel rompicapo, che il dottor Vladimir Kamashev e il suo staff sembrano aver risolto ipotizzando che l’uomo possa avere inalato un seme e che, al crescere dell’alberello, sarebbero cresciuti anche i dolori. Insomma, giusto per essere chiari, gli aghi avrebbero finito per bucare i capillari dei polmoni provocando al giovane le emorragie e… un dolore assurdo!

Grazie a Gig che ci ha segnalato la news. Ecco il suo post: Operato per tumore, ma era un abete germogliato nei polmoni!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento