Indagine Mercer sulla qualità della vita 2009. Si sta bene in Europa ma non in Italia. Tra le prime 10: Vienna, 3 città svizzere e 3 tedesche

Diramati oggi i risultati dell’indagine Mercer sulla Qualità della Vita 2009, condotta su 215 città.

1. Vienna (Austria)
2. Zurigo (Svizzera)
3. Ginevra (Svizzera)
4. Vancouver (Canada)
5. Auckland (Nuova Zelanda)
6. Dusseldorf (Germania)
7. Monaco (Germania)
8. Francoforte (Germania)
9. Berna (Svizzera)
10. Sidney (Australia)

Nelle prime 10 città dove si vive meglio dominano le europee. Ben 7 ma… nessuna italiana! Solo una nelle prime 50: Milano, stabile al 41° posto. Roma mantiene la 55° posizione.

Non brilla neanche il Regno Unito che piazza Londra al 38° posto, seguita da Birmingham e Glasgow a pari merito al 56°. Prima classificata per gli Stati Uniti è Honolulu al 29° posto.

Per la prima volta Mercer identifica anche le città con le migliori infrastrutture: energia elettrica, acqua, servizi telefonici e postali, trasporti pubblici, traffico e numero di voli internazionali dall’aeroporto locale.
Sul podio Singapore, Monaco e Copenhagen. Seguono due città giapponesi al 4° e 5° posto: Nagoya e Osaka. A pari merito al 6° Dusseldorf e Vancouver e all’8° Francoforte, Hong Kong e Londra. Per trovare la prima italiana, Milano, bisogna scendere alla 49° posizione.

Da notare che l’indagine è stata ideata per aiutare i governi e le grandi aziende nei trasferimenti internazionali dei propri dipendenti. Non ci si stupisca quindi se l’Italia è soggetta alle cosiddette “fughe dei cervelli”. Meditate italiani, meditate…

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento