Scopre su Facebook il tradimento del fidanzato e tappezza Roma di volantini con la sua foto. Matrimonio mancato o spot del film Feisbum?

I promessi sposi Antonio e Valeria avrebbero dovuto convolare a giuste nozze l’8 maggio nel Mausoleo di Santa Costanza a Roma di fronte a ben 548 invitati. Ormai prossimi al fastoso evento hanno invitato tutti i loro amici ad iscriversi al loro gruppo su Facebook per condividere questo momento così’ importante per la loro vita.

Ma Facebook da’ e Facebook toglie… Durante la festa di addio al celibato Antonio viene immortalato in pose a dir poco osè e le foto finiscono dritte dritte su Facebook. Lei le scopre e non solo annulla il matrimonio ma si impegna per rovinargli la reputazione.

Aiutata da un gruppo di amiche ha affisso per Roma centinaia di volantini in cui si legge “Meno male che c’è Facebook. Almeno ho scoperto in tempo prima di sposarti che sei un porco traditore”. Nei volantini la foto “segnaletica” dell’ormai ex fidanzato con alle spalle un bel paio di chiappe!
E il video dell’affissione finisce su YouTube accompagnato dal messaggio “Antonio Brucardi questo è quello che ti meriti per aver tradito e rovinato la vita di Valeria a 13 giorni dal matrimonio…chi di tag tradisce di tag perisce. Tutti su Facebook e a Roma ridono già…”

Storia finita male? Molti dubbi fanno pensare ad una trovata commerciale per lanciare il film “Feisbum” che, guarda caso, prende spunto dal mondo virtuale di Facebook. E guarda caso il film uscirà nelle sale proprio l’8 maggio con una trama che, guarda un altro caso, include un episodio molto simile!

La casa cinematografica ovviamente nega tutto.
Ecco il trailer ufficiale di Feisbum.

Intanto che ci struggiamo nel dubbio, qualcuno si è preso la briga di contattare il parroco della chiesa dove i due avrebbero dovuto sposarsi, il quale dichiara di non avere mai sentito parlare di loro. Per l’8 maggio inoltre non è previsto nessun matrimonio!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento