Gaffe di Obama. Nuovamente tradito dal fedele suggeritore elettronico, ripete la stessa frase due volte!

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è ormai abituato ad utilizzare in tutti i suoi discorsi ufficiali un aggeggio chiamato “teleprompter”, una sorta di “gobbo” elettronico per evitare di dimenticarsi qualcosa o di sbagliare.

Molto utile, ma se lo si usa nel modo adeguato. Qualche giorno fa’, durante il discorso alla National Academy of Science, si è mezzo abbioccato di fronte al video e ha fatto il danno. Stava presentando un suo consigliere quando si è reso conto che l’aveva appena fatto! Con il consueto aplomb si è fermato per alcuni secondi e ha farfugliato: “Scusate. Sono partito prima del tempo”.

In realtà era già successa una cosa simile a marzo durante la conferenza stampa del Saint Patrick’s Day. Dopo la sua introduzione è il turno del primo ministro irlandese che, iniziando il suo intervento, si accorge immediatamente che le prime parole erano appena state dette proprio dal presidente americano. La cosa strana è che, senza accorgersene, Obama si è ringraziato da solo!

Dopo il brevissimo momento di impasse in sala è scoppiata una risata generale, Obama incluso. Anche i presidenti sbagliano…

Stefano Chiarazzo

Una lunga esperienza internazionale da PR manager in P&G, oggi consulente strategico e direzionale di reputazione aziendale e comunicazione digitale per Barilla Group. Docente e public speaker di comunicazione e marketing, ha fondato e dirige Social Radio Lab e Osservatorio Social Vip

You may also like...

Lascia un commento