Noemi Letizia superstar. Dopo il presunto flirt con “papi” Silvio” e le foto della festa, in un cortometraggio è la donna di un mafioso

La festa dei suoi 18 anni, a cui ha partecipato il Premier Silvio Berlusconi, è stata forse la goccia che ha fatto traboccare il vaso di Veronica Lario, convincendola a chiedere il divorzio al Cavaliere: “non posso più stare con un uomo che frequenta le minorenni”.

Poco male, visto che le 10 foto di lei, cuochi e famiglia tutta con “papi Silvio” hanno reso Noemi Letizia stracelebre. Dopo il lungo dibattito tra chi – come il settimanale “Chi”, scusate il gioco di parole – ritiene le foto reali o chi giura che siano fotoritoccate, si sono diffusi su internet alla velocità della luce tantissimi “fake”, che nelle foto fanno apparire come special guest nomi del calibro di: Emilio Fede, Shrek, Benigni in veste di Pinocchio, le bagnine di Baywatch, Vulvia (il famosissimo personaggio di Guzzanti) e addirittura il Papa e Gandhi! E’ possibile vederli tutti su: http://brindaconpapi.blogspot.com/

Lei con estrema umiltà ha ha chiesto di essere dimenticata, tanto da cancellare il proprio profilo Facebook, che includeva un popò di book fotografico. Ma non è facile per chi un piede nel mondo dello spettacolo ce l’ha già messo.

Su You Tube gira infatti il cortometraggio “Scaccomatto” di Carlo Fumo dove la giovane napoletana interpreta il nobilissimo ruolo della gnocca di un mafioso, a fianco di un cast di primissimo piano come l’ex tronista – e attualmente pornoattore – Fernando Vitale e l’ex letterina di Passaparola, Ludmilla Radchenko!

Noemi non parla ma si fa apprezzare per la mise e i suoi modi di fare da femme fatale, ma che sa stare al suo posto a fianco di un uomo di potere. Considerando che c’è chi afferma che lei e papi abbiano avuto un flirt, non è che il filmato sia una prova generale per quando Noemi prenderà il posto di Veronica?

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento