Sei modi di uccidere Piper. Un video su You Tube raccoglie disegni che mostrano come far fuori una compagna di classe

You Tube sta diventando sempre di più un mezzo per esprimersi, per condividere esperienze, informazioni e… consigli su come uccidere una compagna di classe!
L’incredibile episodio di “cyberbullismo” è avvenuto negli States, e più precisamente nello Stato di Washington.

Una ragazzetta di 10 anni si è presa carico di raccogliere i disegni dei suoi compagni di classe, con cui ognuno ha dato sfogo alla propria creatività ritraendo un’altra alunna mentre muore impiccata, avvelenata, fucilata, annegata e in altri svariati modi. Li ha poi raccolti in un video dal titolo “Sei modi per uccidere Piper” che ha prontamente caricato su You Tube.

Piper, la ragazzina col nome di una discoteca (probabilmente in seguito alla soffiata di un amico PR!) ha visto il video e tutte le simpatiche “dediche”. La madre ha dichiarato alla CNN: «Sono schifata da ciò che ho visto. Spero la compagna di classe l’abbia fatto senza rendersi pienamente conto di cosa significhi la morte. Ora però non mi sento sicura nel mandare mia figlia a scuola: temo possa succederle qualcosa».

Come darle torto, considerando il tranquillo ambientino frequentato cotal manipolo di killer in erba. D’altronde mettiamoci anche nei panni della ragazzina a capo della marachella. E rubare le merendine ai compagni non si può. Pestarli pare brutto. Se non si può neanche minacciarli in modo “virtuale”, ma cosa deve fare un bullo pe’ campa’?

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento