Jonathan Lee Riches carcerato attaccabrighe. Conquista il Guinness dei Primati per aver denunciato 4000 persone

News segnalata dal nostro inviato Luigi da Palermo

USAJonathan Lee Riches è un carcerato americano, attualmente detenuto per truffa nelle carceri federali di Oklahoma City.

Probabilmente annoiato dalle interminabili giornate in cella ha iniziato a denunciare chiunque gli capitasse a tiro – persone, enti e associazioni di tutto il mondo – con le motivazioni più disparate.

LE DENUNCE ALLE CELEBRITA’

Tantissimi i nomi celebri che sono finiti nel suo mirino: Paris Hilton, Britney Spears, il CEO di Apple Steve Jobs, l’ex presidente americano George W. Bush, l’imprenditrice Martha Stewart e il pilota della categoria NASCAR Jeff Gordon. Solo per citarne alcuni.

LE DENUNCE ALLE CASE PRODUTTRICI DI VIDEOGIOCHI

Dopo aver denunciato RockStar Games, casa produttrice del videogioco Grand Theft Auto IV, denuncia la Blizzard, società che commercializza World of Warcraft.

Secondo il suo legale WoW avrebbe portato “la mente di Riches a vivere in un universo virtuale, dove Riches ha esplorato il paesaggio commettendo furto di identità e aggredendo gang di cracker rivali. Riches, destinato ad uscire di prigione nel 2012, è divenuto dipendente dai videogiochi e ha perso contatto con la realtà a causa degli accusati. Questo ha spinto Riches a commettere truffe per acquistare i videogiochi degli accusati. Riches ha preferito World of Warcraft ad un lavoro regolare. La mente di Riches è divenuta un videogioco vivente”.

Simili le motivazioni della denuncia a Grand Theft Auto IV.

DENUNCIA PURE IL GUINNESS DEI PRIMATI

Di denuncia in denuncia si fa’ presto ad arrivare a 4.000. E Jonathan realizza record conquistandosi di dirito una pagina del Guinness Book.

Poteva perdere l’occasione di migliorare ulteriormente il suo record personale denunciando i responsabili del famoso libro? Ovviamente no, perché… non hanno il diritto di pubblicare il suo nome!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento