Dal calabresissimo Tony Verna una nuova divertente parodia di Sincerità di Arisa dedicata agli incombenti esami di maturità

Anche quest’anno per migliaia e migliaia di studenti il mese di giugno rappresenta un importante ma traumatico momento della loro vita: gli esami di maturità. Ormai siamo agli sgoccioli. Dal 25 parte il valzer delle tre prove scritte e poi l’orale con la famigerata commissione!

Momento traumatico dicevamo. Sì, perché prima di tutto devi prendere almeno 6 in tutte le materie altrimenti la Gelmini non ti fa’ fare l’esame. Poi, nonostante l’attrazione delle giornate all’aperto, ti tocca studiare di brutto per giungere almeno “decorosamente” preparato al momento fatidico.

E in previsione di questo periodaccio, il mese scorso un ragazzo di nome Tony Verna ha caricato su You Tube una sua personale versione di “Sincerità” di Arisa realizzato in modo simpaticamente artigianale, con tanto di errori anche se “era almeno la sedicesima volta che provavo a registrare”.

La parodia, dal titolo “Maturità”, sembra una specie di spiritual interpretato con la rassegnazione e la tristezza che solo chi ha vissuto l’angoscia di quei giorni può capire. Forse per questo il “cantautore” di Reggio Calabria ha dedicato il suo pezzo non solo a tutti gli studenti ma anche agli ex-studenti.

Bellissima in particolare la parte del testo che descrive proprio il periodo che precede gli esami:
“E io non so un cazzo davvero; E devo partire da zero
Studiare 3 chili di libri; Pre-parare la tesina
E studiare ra sira a matina; Per ore, per ore, per ore
E fuso con gli occhi d’allocco; Fra poco mi piglia l’abbiocco”

In realtà non è l’unica versione. Anche questa ha il suo fascino. Divertente il testo e interpretazione da stonato doc!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento