“It’s raining fish. Alleluia”! Girini e pesci sono piovuti su alcune città del Giappone. Ecco le possibili risposte al mistero

Girini e pesci sono piovuti sulla città di Nanao e in altri luoghi della prefettura di Ishikawa, sulla costa centrale del mar del Giappone. Sabato il fenomeno si è ripetuto nella città di Hakusan.

Il mistero misterioso, segnalato dai media locali, è stato ripreso da quotidiani nazionali come lo Yomiuri Shimbun e dalla TV pubblica Nhk facendo poi il giro del mondo.

LE IPOTESI DI ESPERTI E METEOROLOGI
I residenti parlano di pioggia ma tale ipotesi (troppo banale!) è stata scartata dagli esperti. Per alcuni gli animali sarebbero stati trasportati da un’intensa e piccola turbolenza, come un mini-tornado. Quando la perturbazione diminuisce rane, pesci e tutto quello che é stato risucchiato ricade a terra, a volte completamente congelato se la tromba d’aria si é spinta abbastanza in alto.
Secondo altri sarebbero invece stati trasportati da uccelli di grandi dimensioni, come corvi o gru nipponiche, che usano mangiare i girini ma poi li perdono durante il volo.

NON E’ LA PRIMA VOLTA CHE CADONO ANIMALI DAL CIELO
Singapore: pioggia di pesci gatto, generata da un forte terremoto e tre giorni ininterrotti di tempesta
Norfolk (Inghilterra): pioggia di rane, forse dovuta ad una tromba d’aria

MA UN DUBBIO INQUIETANTE PERMANE
Com’è possibile, come testimoniato da molti cittadini, che siano piovuti un centinaio di girini di pochi centimetri distribuiti su una superficie di una decina di metri quadrati?

Pare che un gruppo di donne single giapponesi stia seguendo la vicenda in modo particolarmente attento e, una volta capito il metodo, sia pronta a far piovere uomini cantando a squarciagola “It’s raining man. Alleluia. It’s raining man…. Yeah Yeah”!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento