Scherzo del secolo. Studente tedesco Gerle Kittler si addormenta durante una festa universitaria. Compagni lo caricano sul treno con tutto il divano

Oggi vi racconto la storia di Gerle Kittler, 25 enne studente universitario tedesco. Seguitela attentamente perchè è davvero incredibile.

Gerle decide di andare ad una festa universitaria. Se la vuole spassare, e per questo beve di brutto. Ma di certo non si può aspettare ciò che sta per accadere.

Si, perchè alza un po’ troppo il gomito e precipita in letargo su un divanetto nel bel mezzo della festa.

I compagni di università se ne accorgono e, conoscendo il suo sonno pesante… possono lasciarsi scappare la goduria di uno scherzone servito sul piatto d’argento? No, perchè sono dei grandi bastardi!

E da grandi bastardi tirano su Gerle con tutto il divano e lo portano alla stazione ferroviaria. Ligi al dovere acquistano un biglietto per Warngau (ovviamente di sola andata!) con supplemento “bici” per trasportare il divano.

Arrivati a destinazione scaricano l’amico (chissà per quanto!) sulla banchina e lo mollano lì… ancora dormiente!

Dopo un po’ di tempo lo studente viene strappato dalle braccia di Morfeo. Forse da una principessa? No, dalla “madama”. La polizia, insospettita da un divano sui binari, l’ha infatti svegliato per chiedere spiegazioni.

Chissà che colpo gli deve essere preso, ridestandosi in una situazione del genere senza ricordare una mazza di cosa è successo!

Senza cellulare né soldi, ma con tante domande nella testa ancora rintronata, è costretto a tornare a casa a piedi.

E io mi chiedo. E il divano, che fine ha fatto? Non si può mica portare via i divani così, eh? Come giusta conclusione dello scherzo mi sarei messo d’accordo con la polizia e gliel’avrei fatto riportare a spalle alla festa!

Che dire, a me sta storia sembra un po’ esagerata. In ogni caso, vera o falsa che sia, mi vengono in mente un paio di persone con cui questo scherzo riuscirebbe alla grande!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento