Imbarazzante gaffe di Ryan O’Neal al funerale della compagna Farrah Fawcett. Ci prova con una donna: è la figlia Tatum che non vede da anni!

Incredibile gaffe dell’attore americano Ryan O’Neal, durante il funerale della compagna Farrah Fawcett, la compianta Charlie’s Angels morta di cancro a fine giugno all’età di 62 anni.

Tra alti e bassi, la coppia viveva insieme da oltre 20 anni e ha un figlio di 24 anni, Redmond, detenuto in una prigione californiana dallo scorso aprile per delitti collegati all’uso di droghe.

Ryan non aveva mai sposato la sua compagna, salvo proporle le nozze poche settimane prima della sua morte. Lei, da parte sua, non gli ha lasciato nemmeno un centesimo della sua eredità miliardaria.

E al termine del funerale della sua compagna, Ryan ha pensato bene di chiudere in bellezza, cercando di sedurre una strana ragazza bionda.

Piccolo particolare. Era Tatum O’Neal, la figlia anche lei attrice nata 45 anni fa’ dalla relazione di Ryan con la prima moglie Joanna Moore. Arrestata l’anno scorso a New York per possesso di cocaina, aveva tagliato i ponti con suo padre da anni.

O’Neal ha raccontato la gaffe a Vanity Fair in un’intervista che comparirà nel numero di settembre. “Avevo appena finito di mettere la bara nel carro funebre e lo guardavo allontanarsi. Mi si è avvicinata una bella donna bionda. Le ho chiesto se voleva bere un bicchiere e se aveva bisogno di un passaggio in macchina. Cercavo di essere gentile. Mi sembrava una strana svedese”.

Forse tradito dagli occhiali da sole di lei e dagli anni passati senza vedersi, l’attore 68enne non l’ha riconosciuta e ha pensato bene di provare il colpo. Spiazzante la risposta: “Papà, sono Tatum”.

Quando c’è l’amore c’è tutto!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento