Tabaccaia perde decine di migliaia di euro al gioco del lotto. Finge una rapina per incassare il risarcimento dell’assicurazione

Mentre ancora ci si questiona se sia il boscaiolo, il contadino, il prete, il tabaccaio o vattelappesca il vincitore dei 148 milioni di euro al Superenalotto, un’altra tabaccaia fa’ parlare di se’.

La storia arriva da Settimo Torinese, dove una tabaccaia appunto si sarebbe fatta prendere così tanto dal gioco del lotto da effettuare giocate per decine di migliaia di euro.

Purtroppo la fortuna non è stata dalla sua, tanto che ha perso praticamente tutti i soldi.

Resasi conto della perdita dovuta alla sua dipendenza dal gioco, la 45enne ha pensato “Come faccio a recuperare utti quei soldi? Ma si, mi invento che sono stata rapinata!”

Il suo scopo era ovviamente il classico dei classici: incassare il risarcimento dall’assicurazione.

Poco dopo la mezzanotte la commerciante ha telefonato ai carabinieri di Settimo dicendo che era appena riuscita a liberarsi dai rapinatori. Alla faccia di tutte le barzellette sul loro conto, i militari hanno subito colto diverse contraddizioni nel racconto della tabaccaia spingendola a confessare.

Ora è stata denunciata a piede libero per simulazione di reato. A questo proposito mi hanno segnalato un curioso dialogo tra un tale e uno degli inquirenti:
– Tale: “Ma mi scusi: la lasciate libera? Non avete paura che scappi?”
– Inquirente: “Nessun problema. La troveremo in ricevitoria!”

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento