Innovazione nei ristoranti giapponesi. Robot tuttofare si improvvisano chef e animatori per i clienti

I ristoratori giapponesi hanno capito tutto della vita…

Basta programmare come si deve due robot e hai al tempo stesso due cuochi sopraffini e due intrattenitori da paura. Tagli i costi del personale e i clienti possono dire “Me l’aveva detto Sakamoto ma non credevo sto ristorante fosse così tecnologico!”.

Certo, magari mancano un po’ di senso estetico… non è che piatti facciano venire l’acquolina in bocca. Ma, cosa vuoi?, il software va’ rodato.

I robot sembrano tanto rubati da una catena di montaggio. Ma prima di iniziare a cucinare si saranno almeno lavati i bulloni?

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=5sVOSlUn7e0]

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento