Nuove webcam HP accusate di razzismo. Il sistema face tracking non riconosce le persone di colore

Tanto si fa’ per aiutare l’integrazione razziale – e almeno in Italia la strada è moooolto lunga – ed ecco che a mettere il bastone tra le ruote ci si mette anche la tecnologia!

Le webcam installate nei nuovi computer HP sarebbero infatti razziste! Si, perchè il sistema “face tracking”, che dovrebbe consentire il riconoscimento facciale permettendo alla microcamera di seguire automaticamente l’utente in base ai suoi spostamenti, sembra incapace di riconoscere le persone con la pelle nera, rimanendo immobile nonostante i loro movimenti.

HP ha assicurato che sta provvedendo a risolvere il problema. Intanto guardiamoci il video, ormai un cult tra gli appassionati di computer!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=t4DT3tQqgRM]

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento