Deliri tecnologici. In Norvegia due sommozzatori mettono in fuga la Google Car!

Beccati che hanno fatto sti due pazzi! sono i miei eroi!!!“. Torna l’inviato speciale Luciano con questa pazzia tecnologica che da qualche giorno sta facendo il giro del web!

Sapete vero che per le strade delle vostre città gira una simpatica Google Car che scatta foto a destra a manca per poi buttarle su Google Maps e Google Earth?
Grazie alle telecamere montate sul tetto dell’automobile, in grado di cogliere immagini a 360°, il livello di dettaglio del sistema Google Street View è davvero incredibile.

Alcuni di voi si saranno sicuramente divertiti a cercare la via in cui abitano identificando la propria casa e magari, curiosando un po’, avranno scoperto qualche altarino: “Ecco cara, vedi? Ora ho le prove. E’ il Signor Gilberti che fa’ pisciare il cane sull’aiuola!”

Nella città di Bergen, in Norvegia, due ragazzi hanno fatto di più, aspettando al varco la Google Car!

Vestiti da sommozzatori, con tanto di muta, pinne e boccaglio, si sono messi in posa sulla strada principale e hanno rincorso il furgoncino armati di due fiocine da pesca!

Non so se questa geniale prova sia stata pensata come una semplice sfida o per mettere in fuga Google dalla Norvegia, dove il sistema sta iniziando ora ad arrivare. Nel dubbio, fossi Google, eviterei di tornare! ;o)

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento