Scena da Far West in un supermercato vicino Tivoli. Paura!

Quando vi segnalo video di scippi o rapine andate male, molte volte fanno sorridere per la sfiga o la mancanza d’esperienza dei protagonisti.

Un episodio di cronaca di poco più di una settimana fa’, avvenuto a Guidonia vicino Tivoli (Roma), fa invece un certo effetto perchè poteva finire peggio di come è andata.

Poco dopo le 19 quattro malviventi armati e a volto coperto fanno irruzione in un supermercato GS. Per farsi consegnare l’incasso dalle cassiere esplodono alcuni colpi in aria, in un momento in cui centinaia sono le persone presenti nel punto vendita.

Un carabiniere libero dal servizio, che faceva la spesa insieme alla famiglia, ha la prontezza di avvertire la pattuglia di Carabinieri del nucleo radiomobile di Tivoli, in zona per un normale controllo. Ne nasce un conflitto a fuoco, nel quale un bandito viene colpito ad una gamba.

Ecco il servizio del TG5 con le immagini riprese dalle telecamere di sicurezza del supermercato.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=SO9KsYgXxrA]

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento