Parroci shock. Cadono in tentazione e gettano nello scompiglio l’ambiente cattolico

In questi giorni sono balzati all’onore della cronaca due casi che hanno creato scandalo e che appaiono come una rivisitazione in chiave moderna della miniserie televisiva “Uccelli di rovo” (nella foto). I preti caduti in tentazione si sono però comportati in modo “leggermente diverso” rispetto al romantico padre Ralph! Leggete un pò.

Dopo il suo racconto su un forum cattolico, una 50enne professionista padovana ha rilasciato una confessione shock al Gazzettino: “Ho avuto un figlio da un noto sacerdote della diocesi e ora vorrei che lui lo riconoscesse. Penso ne abbia il diritto”. Il bimbo avrebbe 7 anni e mezzo e sarebbe stato battezzato, alla nascita, dallo stesso padre-sacerdote.

“Il test del Dna ha accertato la sua paternità ma è troppo pericoloso, per lui, far sapere in giro che questo bambino esiste, che è suo figlio”. Per questo si voleva tenere nascosta l’identità del padre, che è però saltata fuori su internet: si tratterebbe di Don Paolo Spoladore, 50enne ex parroco della chiesa di San Lazzaro conosciuto come il prete cantautore per le sue straordinarie doti di predicatore e la sua arte canora.

“Donpa”, amatissimo dai fedeli ma un po’ meno dalla gerarchia ecclesiale nel 2005 era stato riconsciuto “troppo moderno” e rimosso dal suo incarico di parroco, in attesa di nuova sistemazione.

Già nel 2007 don Sante Sguotti, l’ex parroco di Monterosso, aveva creato scandalo dopo aver dichiarato di essere innamorato di una donna madre di un bambino.

Qualche giorno fa’ in Spagna un giovane parroco di Toledo è stato sospeso dal suo esercizio sacerdotale, parrocchiale ed educativo per “accertate irregolarità economiche”. E’ infatti sospettato di aver fatto telefonate erotiche e visitato siti internet con contenuti porno per una spesa di 17mila euro. Non si esclude però che il 27enne sacerdote di Noez e Totanés abbia sottratto i soldi alla chiesa perchè “vittima di un ricatto”.

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento