Anteprima della serie TV Boris 3. Gli Occhi del Cuore diventa Medical Dimension

Nato neanche troppo nascostamente come parodia della fiction italiana, e più in generale del mondo dello spettacolo, Boris ha saputo in soli due anni diventare una serie televisiva cult, grazie ad una sceneggiatura saritica portata in vita da un cast di eccezione.

Raccomandazioni, sesso, droga, ingerenza politica. Tematiche che dubito permetteranno mai alla fiction più cinica della TV di andare in onda sulle reti in chiaro, anche a causa di un linguaggio a dir poco “realista”.

Apprezzatissima dagli addetti ai lavori, Boris ha un nutrito seguito tra i telespettatori di Sky che attendono con ansia di gustarsi i quattordici episodi della terza stagione, dal 1° marzo in prima visione assoluta sul canale FX di Sky.

Ieri sera ho avuto la fortuna di vedere in anteprima al Teatro Palladium di Roma i primi episodi. L’ingresso libero fino a esaurimento posti ha fatto sì che la coda si formasse già dalle prime ore del pomeriggio richiedendo una seconda proiezione alle ore 23 dopo quella delle 21.

Un migliaio di persone hanno letteralmente bloccato la piazza ingannando l’attesa recitando, urlando in coro e sventolando cartelli con le battute più divertenti e i tormentoni delle prime due serie!

Il cast, presente in sala quasi al completo, è stato accolto da applausi calorosi.

Le novità della nuova serie sono il nuovo regista Davide Marengo – Mattia Torre e Luca Vendruscolo resteranno nel progetto come produttori – e personaggi come Valerio, l’attore maledetto del cinema italiano interpretato da Marco Giallini, e Fabiana, talentuosa esordiente interpretata da Angelica Leo.

Confermati, tra gli altri, Pietro Sermonti (Stanis), Caterina Guzzanti (Arianna), Alessandro Tiberi (Alessandro), Antonio Catania (Lopez) e la Iena Paolo Calabresi (Biascica).

Dopo la partecipazione di Carolina Crescentini, Giorgio Tirabassi e Corrado Guzzanti nella terza serie ci saranno altre guest star tra cui Filippo Timi, Laura Morante, Massimiliano Bruno, Paolo Sorrentino.

I primi episodi sono davvero esilaranti! Ecco due clip del primo dove Renè, Duccio e Arianna volano a Milano per girare una fiction “alla milanese”: Troppo frizzante! Una la trovate qui e una qui.

Scampato il pericolo Machiavelli, il regista Renè Ferretti si cimenta finalmente in un format all’americana, uno spin off de “Gli Occhi del Cuore” dal titolo “Medical Dimension” definito dalla rete come “la rivoluzione della fiction”.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=ehdR5dZ28Rg]

Come avete visto nel video lo staff è carichissimo! Ecco due emblematiche dichiarazioni:
Renè: finalmente non sarà più girata “a cazzo di cane”
Stanis, il divo: io faccio le cose americane meglio degli americani stessi

Sono davvero curioso di seguire l’intera serie, per vedere il cast eclissare telefilm americani del calibro di Dr. House e Grey’s Anatomy. Uno Scrubs all’italiana ma… a cazzo di cane!

Per finire, un piccolo cadeau per gli amanti della serie!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=cm44Dd1ZJhU]

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento