Tra inappropriati scherzi d’aprile e foto nude per protesta. Sempre più dura la vita per le assistenti di volo

Strette nella morsa tra acquisizioni, tagli, turni massacranti e relativi scioperi le hostess hanno ben poco da ridere. Una situazione non certo rosea che sfocia a volte in episodi e notizie parecchio curiose.
Lontani i tempi in cui venivano principalmente chiamate in causa come icone sexy. Di certo le divise Alitalia non aiutano… Veronica, Fabiana e colleghe ne sanno qualcosa! Dedico a loro questo post. Tenete duro!

Fare la hostess può essere pericoloso
Un passeggero uzbeko di 28 anni, forse affetto da disturbi mentali, sale con la fidanzata su un aereo della Turkish Airlines da Ankara diretto a New York. Una hostess lo rimprovera di parlare a voce troppo alta e di disturbare gli altri passeggeri. Lo invita poi a sedersi al suo posto e a comportarsi educatamente. L’uomo, preso da uno scatto d’ira, si avventa contro la donna mordendola ad una mano! Viene arrestato allo scalo di Istanbul.

Sostituite da macchinette automatiche
Macchinette automatiche al posto delle hostess per distribuire panini, bevande, preservativi e “finte” sigarette. Questa l’incredibile novità annunciata dalla compagnia aerea low cost Ryanair, per dimezzare il numero di assistenti di volo sugli aeromobili riducendo ulteriormente i costi. Per fortuna è uno scherzo d’aprile. Se la ride il portavoce della Ryanair, Stephen McNamara: “Abbiamo pensato che in una giornata come questa la gente si sarebbe divertita a leggere questa notizia”. Sai che grasse risate?

Anche le hostess soffrono di panico in volo
Secondo il neurologo e direttore dell’Istituto di ricerca e cura degli attacchi di panico (Ircap) della clinica Pio XI di Roma, Rosario Sorrentino, 3 milioni di persone nel nostro Paese soffrono di attacchi di panico in volo: “Una paura sorda, a volte improvvisa, che se non curata adeguatamente finisce per condizionare l’esistenza stessa delle persone. E che non risparmia nessuno. A soffrirne sono anche hostess e stewart. Può essere molto pericolosa, per se stessi e per gli altri. Durante un volo, il panico di uno finisce per trasmettersi agli altri passeggeri“. Fantastico.

Costrette a posare nude per farsi notare
In Spagna alcune hostess hanno deciso di apparire senza veli su un calendario per protestare contro la Air Comet, linea aerea del presidente della Confindustria spagnola, Gerardo Diaz Ferran. Le assistenti di volo aspettano fino a otto mesi di stipendi arretrati dalla loro compagnia aerea, chiusa per fallimento il 21 dicembre scorso. Da allora le loro manifestazioni non sono servite a nulla. Chissà se in questo modo riusciranno ad attirare l’attenzione. Qualcosa mi dice di sì!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=0bHc83PEhGg]

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento