Chi non risica non rosica. Come un colpo di fortuna può cambiare la vita

Con la crisi che ancora non passa, c’è chi tenta la sorte giocando al casino online o al Lotto. Lo sa bene chi un mesetto fa’, a Quartu Sant’Elena in Sardegna, ha giocato 3 euro a 10eLotto vincendo 95.000 euro, imbroccando 9 numeri su 10. Per non parlare del friulano di Santa Maria la Longa (Udine) che ha vinto un appartamento del valore di 100.000 euro acquistando il primo numero della rivista “Io compro casa”. All’iniziativa di Archico Editore aveva partecipato circa un migliaio i concorrenti che, di certo, si staranno mangiando le mani!

Ma il gioco d’azzardo non sarebbe più una cosa da soli uomini. Una recente indagine dell’Asl di Cagliari ha infatti dimostrato che, pur giocando molto di piu’ l’uomo (72%), anche la donna si dà sempre più da fare (28%). La giocatrice incallita e’ spesso sposata (62%)e casalinga (57,14%). Rispetto all’uomo, che si diletta principalmente con slot machines e videopoker, lei preferisce il gratta e vinci.

Di certo la fortuna va assecondata per evitare vere e proprie rogne. Come per il tabaccaio veneto che non ha giocato la sestina vincente che avrebbe fatto vincere ad un cliente 37 milioni di euro al Superenalotto! Sfumata la possibilità di diventare ricco, il 37enne Thomas Peretti, operaio disoccupato di Eraclea con quattro figli da mantenere, l’ha trascinato in Tribunale chiedendo i danni. Comprensibile direi.

Sempre di tribunali si parla, ma in questo caso la fortuna ci ha messo lo zampino in modo diverso. Dopo aver trovato e consegnato ai carabinieri un portafogli contenente assegni per 715mila euro, un agente di commercio del reggiano ha deciso di fare una causa civile. Il codice civile prevede una ricompensa anche di un decimo del valore, mentre il proprietario gli ha offerto appena 500 euro. Spilorcio.

L’ultima notizia ci porta in Cina, dove il 99enne ex ferroviere Lu Fumin ogni giorno, da 13 anni, va nella Borsa di Changsha e compra e vende azioni accompagnato da una badante. E’ talmente bravo che ormai campa solo delle sue giocate!

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento