Corso del Gnok Calcio Show per essere convocati da Marcello Lippi. Effettivamente spiega molte cose!

La pessima prestazione degli Azzurri ai Mondiali viene attribuita dai più alle scelte del Mister Claudio, anzi scusate Marcello, Lippi che, tra i suoi vari errori, avrebbe convocato direttamente da Villa Arzilla i vecchietti più scoppiati del calcio italiano. Uno, Buffon, si è scassato subito. L’altro guaglione, Cannavaro, con la sua “ritrovata gioventù” ci ha fatto prendere due simpatici gol nelle prime due partite (n.d.r. E si è pure incazzato quando Bisteccone gliel’ha fatto notare).

In molti si chiedono il perchè di queste scelte “illuminate”. Davvero in Italia non c’erano altri Campioni che avrebbero potuto regalare alla nostra rappresentativa una figura migliore? Secondo lo Gnok Calcio Show ci sarebbero dei precisi parametri per essere selezionati da CT più bravo e più peggiore della storia. Studiatevi bene questo corso intensivo e ditemi che ne pensate!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=HCs6UB3qv18]

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento