Nudi a messa. Reverendo americano invita i fedeli a pregare come Dio li ha fatti

Questa è davvero bella, anche se di qualche mese fa’. Allen Parker, reverendo di una chiesa in Virginia (Stati Uniti), ha pensato bene di celebrare la messa completamente nudo.

Il nudo integrale e la religione sarebbero secondo Parker strettamente collegati: “In alcuni dei momenti più importanti della sua vita Gesù era nudo. Quando è stato crocifisso era nudo e quando è risorto, lasciando i suoi vestiti, nella tomba era nudo. Se Dio ci ha fatto così, cosa può esserci di sbagliato?”.

Si legge su Ciao People: “La chiesa della Virginia fa parte del complesso Whitetail per nudisti, che fu inaugurato nel 1984 e, da allora, la struttura ha ospitato moltissimi turisti, solo l’anno scorso infatti 10 mila persone hanno visitato il resort, e i ricavi sono cresciuti del 12 per centro rispetto all’anno precedente. I nudisti presenti alle cerimonie religiose assicurano che senza vestiti non esiste distinzione sociale, non è infatti possibile distinguere il milionario dall’idraulico, ognuno si mostra per quello che veramente è.”

Ecco le immagini di una delle messe dello “snellissimo” pastore!

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=Ra9J3ywUsEQ]

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento