Tecnologie future. Cosa succederebbe se controllassimo Word col pensiero?

Pensate quante volte vi siete abbandonati al flusso disordinato dei vostri pensieri, facendovi distrarre facilmente da qualsiasi elemento di disturbo e saltando di palo in frasca. Provate ora a immaginare se in futuro Bill Gates e soci arrivassero a programmare un’interfaccia di Microsoft Word che legge i comandi direttamente dal nostro cervello. Che casini combineremmo senza una totale concentrazione?

Nicola Brusco ha provato a immaginare una situazione matrimoniale nel suo ultimo video “Il Professor Dindiot e le Tecnologie Future“. Enjoy!

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento