Mode stupide. Balconing. Saltare in piscina direttamente dal balcone

Dai dai che cosa ci inventiamo quest’anno? Il salto della cena! No troppo sbattimento. Il “salto della quaglia”. Troppo rischioso, non voglio marmocchi tra i piedi. Ho trovato! Facciamo il salto del balcone. Che figata, sì sì!

Non sarà nata proprio così ma da qualche anno la moda del “balconing”, così come è stata nominata dal quotidiano spagnolo El Pais, sta prendendo pericolosamente piede in Spagna. La follia estiva consiste nello sbevazzare e bombarsi alla grande, tornare nella propria camera d’albergo e tuffarsi in piscina direttamente dal balcone.

Negli ultimi cinque anni sono stati registrati in media una decina di casi all’anno. Sette i morti dal 2008. “Lo vediamo da alcuni anni, ma quest’anno la situazione sta peggiorando” – dice il receptionist di un hotel di Alcudia – “Sono ubriachi e drogati e continuano a fare casino nelle proprie stanze. Se li sorprendi mentre lo fanno, ti dicono che hanno perso le chiavi della stanza. Ma la maggior parte delle volte lo fanno perché vogliono andare sui balconi delle stanze delle ragazze o perché si vogliono gettare direttamente in piscina”.

Una decina di giorni fa’ El Pais ha confermato l’aggravarsi della situazione: dai primi di giugno oltre 30 casi tra Ibiza e Maiorca; 4 i morti; 9 se si estende il conto all’intera Spagna.

Se ci pensate il rischio è molto alto. Basta che l’acqua sia più bassa di quanto si pensi o non centrare bene la piscina ed ecco che, nel migliore dei casi, ti trovi all’ospedale con ferite più o meno gravi. Oltre ai decessi, ci sono anche casi di lesioni alla colonna vertebrale.

Solo per fare un esempio. Un ventenne britannico è stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni dopo essere volato alle 20 di domenica dal secondo piano da un appartamento di Platja d’en Bossa, a Ibiza. I suoi amici hanno ammesso che avevano passato il pomeriggio a bere alcolici mescolati con ecstasy e crystal, una metanfetamina sintetica.

Il fenomeno preoccupa gli albergatori che ora chiedono misure dissuasive, multe salate e rimpatri. Molti hotel e residence sono stati costretti ad aumentare la sicurezza aggiungendo ringhiere e alzando i pannelli di separazione tra i balconi delle camere. Le autorità regionali delle Baleari non possono che temere un’immagine negativa.

Che dire? Una stupida moda che spero caldamente non arrivi mai in Italia…

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento