Campionato spagnolo di siesta contro il logorio della società moderna

Dovete sapere che sono un convinto fautore del pisolino pomeridiano, anche se purtroppo mi capita sempre meno di potermi dedicare ad una così nobile arte. Non posso dunque non appoggiare un’interessantissima campagna portata avanti a Madrid.

Negli ultimi anni molti spagnoli hanno dovuto rinunciare alla pennichella post-pranzo a causa degli orari di lavoro sempre più pesanti. Per difendere la tradizione della siesta l’Associazione “Amigos de la siesta”, capitanata dal presidente della David Blanco, ha pensato bene di organizzare il primo campionato nazionale di siesta!

Oltre 360 gli iscritti che dal 14 al 23 ottobre si stanno cimentando nella “tremenda” sfida di dormire almeno 20 minuti, durata ideale raccomandata dagli esperti.

Vincerà “chi dorme meglio e di piu”. Ottiene punteggi alti chi si addormenta in pochi secondi, chi assume posizioni più originali o russa con più forza. Impossibile barare: un medico controlla se si dorme davvero e verifica la qualità del sonno.

Quasi quasi propongo la stessa gara in ufficio!

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento