Tutti i trucchi per vincere milioni di euro al Superenalotto? Ce li rivela chi li ha vinti

Nove mesi di attesa e il jackpot sale sale sale. Ma come imbroccare la sequenza di 6 numeri che ci cambierà la vita? Come aggiudicarci i milioni di euro in palio? Per impadronirci dei trucchi del mestiere non possiamo che ascoltare il racconto di chi quei soldi li ha vinti, e li ha fatti vincere.

Lorenzo Betti è il proprietario di una ricevitoria di Colico, paese di 5.000 abitanti in provincia di Lecco.

Il giorno del suo 45esimo anniversario di matrimonio ancora nessuno azzecca il “6”. Lorenzo decide di tentare il colpaccio.

Prima include nel sistema 44 numeri ricavati dalle sestine vincenti delle ultime 200 estrazioni. Poi ne aggiunge altri legati alle proprie vicende familiari: date di nascita e anniversari di moglie, genitori, suoceri… e del gatto siamese a cui era molto legato, morto undici anni fa’!

A quel punto manca un solo numero. Mentre convalida alcune schedine al terminale una giovane ragazza, intenta a fare la sua giocata al Superenalotto, gli dice: “Perche’ nel suo sistema non mette il 55? Sono gli anni di mia mamma“. Lui la ascolta e chiama il suo sistema “La mamma”.

E’ il 25 settembre. Lorenzo propone il supersistema alla bacheca dei sistemi di Sisal e trattiene cinque quote. Le altre 65 vengono messe a disposizione e acquistate dai giocatori di tutta Italia.

La sestina è magica e si aggiudica la cifra record di 178 milioni, che farà felice parecchie famiglie dal Nord al Sud del paese. “Spero che si ricordino di me” – ha dichiarato Betti – “Ma anche se dovessi ricevere un segno di riconoscimento in denaro da parte dei vincitori lo darei in beneficenza. Sono affetto da distrofia muscolare, ogni settimana mi sottopongo a delle cure e vedo la sofferenza di tante persone. Ecco, mi piacerebbe aiutare chi soffre, utilizzando quei soldi per sostenere la ricerca”.

Quali sono dunque le doti che gli hanno permesso di ideare il sistemone vincente? Esperienza acquisita con il suo lavoro, amore per la sua famiglia, sesto senso nel leggere i segnali della dea bendata e… un pò di sano fattore C!

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento