Oggi è l’Unfriend day. Senza scrupoli fai pulizia dei tuoi falsi amici su Facebook

Quante volte, guardando il tuo profilo Facebook, avresti voluto ridurre notevolmente i tuoi contatti? Si, perchè c’è quello che scrive troppo e cose di poco interesse, quell’altro che hai aggiunto tra gli amici dopo averlo visto una sola volta, oppure quello che non vedi da decenni ma con cui hai stretto amicizia in nome dei vecchi tempi.

Noi italiani siamo tra i più portati alla socialità, anche in rete. Siamo tra i paesi con il numero medio di amici più alto, e interagiamo moltissimo. Siamo anche un po’ voyeur, quindi ci piace essere sempre informati sugli ultimi aggiornamenti delle persone che conosciamo. Ma questo non significa che tutti i nostri “amici” su Facebook lo siano realmente.

Ci verrebbe voglia di cancellare un po’ di gente ma siamo colti da rimorsi di coscienza. Il collega può prendersela male, chissà cosa mi dice domani in ufficio. Il vecchio compagno delle elementari: ma se poi lo incontro in metropolitana?

Oggi possiamo finalmente sfogarci e fare piazza pulita! Il 17 novembre si celebra infatti l’Unfriend Day, la giornata per liberarsi degli amici di troppo sul social network lanciata un paio di settimane fa’ dal comico americano Jimmy Kimmel.

Secondo Kimmel i social network stanno “svalutando” il concetto di amicizia. E allora via con le pulizie, senza scrupoli eliminiamo tutte quelle persone che non ci stanno simpatiche, quelle che non vediamo da anni, quelle che non vogliamo sappiano i fatti nostri. In nome della “vera amicizia”.

Cosa penso? Penso che l’iniziativa sia carina e ne condivido lo spirito. E’ anche vero che Facebook ci da’ molti metodi metodi per fare pulizia senza aver bisogno di cancellare nessuno. Possiamo nascondere degli amici che a nostro parere scrivono cose banali. Possiamo restringere le opzioni di privacy o bloccare quelle persone che non vogliamo sappiano tutti i fatti nostri. Possiamo poi creare delle liste, pubblicando post che arrivino solo a chi ci interessa. E via di seguito.

Quindi al vostro buon cuore. Sappiate solo che se oggi il numero dei miei amici dovesse scendere drasticamente mi arrabbierei moltissimo!

Se questo post ti è piaciuto diventa fan su Facebook di Pubblico Delirio.it!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento