Bimbi pestiferi rovinano la vasca da bagno a colpi di trottola. Mamma vende i giocattoli su eBay

Una mamma sorprende i suoi due figli che si scatenano in una sfida di beyblade con tanta foga da rovinare lo smalto della vasca e scassare il portasapone. “Vi siete divertiti? Ora ripagate tutto voi!”

Dai, poveri bimbi, loro cercavano solo un posto trasgressivo dove rendere ancora più eccitanti le loro battaglie… per chi non lo sapesse infatti i beyblade sono delle trottole. Le gare consistono nel farle scontrare e aspettare che si fermino. La prima che si rompe o esce dal campo di gioco perde. Immaginatevi che figo in una vasca da bagno.

Figo si, ma per riparare i danni del giochetto servono circa 500 dollari. E come li recuperiamo sti soldi? Vendendo le trottole su eBay.

Ecco l’inserzione pubblicata dalla mamma, corredata da foto dei due rompi-vasche piangenti: «Vendiamo 8 beyblade, due delle quali luminose. Come potete vedere loro non sono così contenti, ma hanno usato la vasca da bagno come arena e con le trottole metalliche hanno rovinato lo smalto della vasca, ne hanno rotto un pezzo e hanno distrutto il porta-sapone. Quindi se vincete quest’asta NON giocate nella vasca. Per rimpiazzarla unitamente ad alcune piastrelle e al portasapone ci hanno chiesto 500 dollari più la mano d’opera. I miei figli hanno nei loro salvadanai all’incirca 125.67 dollari che verranno utilizzati per pagare le riparazioni. Useremo il ricavato dell’asta per pagare l’idraulico e, se avanzerà qualcosa, lo reinvestiremo in giocattoli».

Come sempre il popolo della rete si divide, tra chi reputa la mamma troppo severa e chi invece si sta organizzando per offrirle molto di più, per aiutarla ad educare i suoi figli!

Ovviamente non è dato sapersi da quando i figli pestiferi si cimentavano in quelle gare fregandosene delle urla della madre. Di certo una lezioncina ogni tanto non guasta. Per come la vedo io però pubblicare le foto dei bambini esponendoli alla gogna è troppo.

E voi, da che parte state?

Fonte: Corriere

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento