Scopo meglio di te. Video sexy ma non troppo dal curriculum trash di Sara Tommasi

Ora è ufficiale: al trash non c’è mai fine!

Lo dimostra Sara Tommasi, chiacchieratissima nell’ultimo periodo dopo gli sms intercettati, dove scrive ai potenti abbondando le k nei suoi messaggini.

In un’intervista a Diva e Donna la formosa showgirl ha dichiarato: “Mi sento perseguitata: secondo me sono i servizi segreti. Mi somministrano di nascosto sostanze che mi hanno fatta diventare malata di sesso; per controllarmi mi hanno impiantato anche dei microchip. In casa mia entrano persone, spariscono cose e forse mi mettono anche dei gas. Sento un odore pesante, mi addormento e dormo tantissimo“.

Che sia vero o no la sua immagine non è esattamente lusinghiera. Sul suo Pensatoio, Selvaggia Lucarelli ha ricicciato dal ricco curriculum della Tommasi due video per Six Rooms TV.

Eccone uno in cui si prodiga in una improbabile lap dance con una scopa. Se non vi basta e ne volete vedere altri, eccoli su YouTube.

Totalmente senza senso. Che lei esponga un fisichetto niente male non v’è dubbio alcuno, ma a mio parere i video non fanno nè ridere nè sono particolarmente sexy. Se me li spiegate mi fate un favore!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento