Ikea-Giovanardi. Flash mob e parodie accendono la polemica in rete

La pubblicità della Ikea qui sotto aveva scatenato le ire del Ministro delle politiche per la famiglia Carlo Giovanardi quel termine ‘famiglie’ è in aperto contrasto con la nostra legge fondamentale che dice che la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio” e la risposta del colosso dei mobili svedese “cerchiamo di rendere più comoda la vita di ogni persona, di ogni famiglia e di ogni coppia, qualunque essa sia“.

Il popolo della rete si è letteralmente ribellato alle dichiarazioni del Ministro. A partire da Arcietero, l’associazione che si batte per i diritti degli omosessuali, che sta spopolando con la sua parodia “Pazza Ikea”.

Un gruppo di amici ha radunato parecchie adesioni tramite Facebook, che si sono date appuntamento il 30 aprile davanti all’Ikea di Bufalotta-Porta di Roma per il flash mob “Bacio libero”.

Anche Eataly, il marchio che riunisce un gruppo di piccole aziende che operano nei diversi comparti del settore enogastronomico, si è mostrato d’accordo con Ikea proponendo una pubblicità dallo slogan “anche noi di Eataly siamo aperti a tutte le famiglie” con la foto di due ragazze che si tengono per mano.

E siccome stiamo per entrare in regime di par condicio, qualcuno si è operato per creare una nuova versione della pubblicità probabilmente più in linea con il modo di pensare di Giovanardi. Chissà se Ikea l’adotterà nelle prossime campagne… 🙂

Stefano Chiarazzo

Una lunga esperienza internazionale da PR manager in P&G, oggi consulente strategico e direzionale di reputazione aziendale e comunicazione digitale per Barilla Group. Docente e public speaker di comunicazione e marketing, ha fondato e dirige Social Radio Lab e Osservatorio Social Vip

You may also like...

Lascia un commento