I saldi danno alla testa. Da chi si sposa in coda al negozio a chi ha un orgasmo quando fa acquisti

Il 2 luglio sono cominciati i saldi in tutta Italia. Non mancano le notizie curiose sull’argomento.

SPOSARSI IN FILA AL NEGOZIO

I saldi negli USA sono leggendari per le code da capogiro che si creano all’ingresso dei negozi e per gli acquirenti notoriamente più agguerriti che mai. Non a caso l’ultimo venerdì di novembre, giorno di inizio degli acquisti natalizi, è anche detto “Black Friday”.

E qui scatta l’idea originalissima di Jennifer e Edward, due fidanzati del Michigan appassionati di shopping, che sia per ammazzare la tediosa attesa in fila ai negozi, sia per avere un matrimonio con molta gente – cosa che non potevano permettersi – hanno pensato bene di… sposarsi in coda al “Best Buy”. La coppia ha colto l’occasione anche per fare compere all’interno, dato che la loro famiglia “allargata” comprende quattro bambini tra gli 8 e i 13 anni.

Fonte: Notizie del Mondo

SALDI DA ORGASMO!

Si sa che fare spese provoca  – soprattutto in noi donne – una piacevole gratificazione. Ma c’è di più. Offerte speciali e shopping, secondo una ricerca dell’università di Westminster di Londra, produrrebbero l’eccitazione di un rapporto sessuale.

I ricercatori hanno arruolato 50 volontari per testare attraverso il sistema ‘iMotion’, che misura risposte emotive del corpo con l’attivazione di aree cerebrali, le emozioni provate di fronte ad un 3×2 o un film hard. Si è così scoperto che sono le stesse in caso di sessualità e di compere.

Fonte: Incredinews

SVENDITE BIZZARRE

Un po’ di tempo fa non sono stati solo i commercianti ad aver svuotato i magazzini delle merci invendute, lo ha fatto pure lo Stato Italiano…. ma di brutto brutto brutto – come direbbe Huber di Aldo Giovanni e Giacomo!

Ecco così che sono comparsi in vetrina, inventariati e forniti di cartellino con tanto di sconto: un bunker di Genova Quinto, definito “immobile fortilizio“; due aeroplani antincendio Canadair con tanto di kit dei ricambi – acquistabili per 12 miliardi di lire; un intero fabbricato di Casalfiumanese (Bo); dei terreni situati a punta Pelotti (Ba), dove “sono consentiti insediamenti destinati ad attività di commercio, credito, pubblica amministrazione, frammisti alla residenza” – vedendo come sono andate poi le cose in quella zona mi sa che questa svendita era proprio una sòla.

Vi sembrano offerte quantomeno bizzarre? Non avete ancora saputo del cantiere dell’ex linea ferroviaria “direttissima” a “soli” 850 milioni di lire; dell’ex maneggio militare di Cremona, acquistabile per 370 milioni; della panoramicissima ex caserma GdF di Rio Marina, o ancora del locale tiratori del Tiro a Segno Nazionale ad Alagna Valsugana.

Tutti sconti alla portata delle tasche comuni. Peccato non averlo saputo prima, un bunker mi avrebbe fatto proprio comodo!

Fonte: Sbiribaldi

You may also like...

Lascia un commento