Sbaglia a tirare un rigore e si becca una multa!

21 settembre 2011 – Partita di calcio decisiva per la “Carling Cup”: Fulham – Chelsea. 47° minuto. Calcio di rigore per il Fulham.

Eccomi, lo tiro io!”, avrà pensato Pajtim Kasami, facendosi avanti per effettuare il tiro. Il baldanzoso calciatore avrebbe fatto meglio a stare al suo posto. Questo improvviso spirito propositivo infatti gli è costato caro, in tutti i sensi. Il rigorista designato era infatti Orlando Sá. Kasami ha voluto prendere il suo posto, sbagliando clamorosamente il rigore e mandando il pallone a sbattere contro la traversa.
Quel gol era fondamentale per il Fulham aggiudicarsi la partita e di passare il turno di coppa. E invece niente: fuori dalla porta e fuori dalla coppa.

Per il povero Kasami il Karma sfortunato non era ancora finito. Gli è arrivata una multa di 500 £ (pari a poco meno di 600 €) inflitta dal tecnico Martin Jol per l’errore fatale. «Kasami è giovane e stava solo cercando di fare del suo meglio per aiutare la squadra – ha una fonte anonima al “Sun”– ma alla fine si è ritrovato con 500 sterline di multa da pagare. Se avesse fatto gol non sarebbe stato penalizzato, ma alcune delle nuove regole sono perlomeno strane».
Le “nuove regole” sono quelle volute da Jol, che ha previsto delle sanzioni pecuniarie per la mancanza di disciplina della squadra e per i comportamenti secondo lui impertinenti. E quello di Kasami a suo dire lo è stato, visto che non era stato scelto per calciare quel rigore.

Spesso in ambito calcistico ci si chiede se, di fronte a un rigore, sia maggiore la paura di chi lo tira o di chi lo deve parare. Penso che dopo questa vicenda, sia chiaro che la “strizza” più grossa che l’ha chi lo deve calciare!

Fonte: corriere

You may also like...

Lascia un commento