I furti più strani. Dai ladri incastrati nel camino alle scippatrici cleptomani

A Milano una 20enne bulgara è stata fermata dai carabinieri dopo un furto per strada a Melegnano ma, colpo di scena! A sua difesa la giovane ha tirato fuori un certificato bulgaro, il quale dichiara che la ragazza soffre di cleptomania.
Le forze dell’ordine hanno comunque proceduto all’arresto e ora il giudice di Lodi ha deciso di andare fino in fondo, ordinando degli accertamenti così da verificare se il documento esibito sia autentico e se la donna sia realmente una cleptomane.
La legge italiana prevede infatti che questa patologia esclude la colpevolezza.

Ranaldo Monte Jack

Atlanta (USA). Sono le 3 di notte quando il 17enne Ranaldo Monte Jack si introduce in una casa deserta e sgraffigna 500 dollari, a suo dire per pagare le tasse. Riesce tranquillamente ad entrare nell’abitazione, ma al momento di filarsela decide di fare l’alternativo e sceglie il camino come via di fuga, forse credendo che così non potrà scoprirlo nessuno.
Ma… un momento… il ladro rimane incastrato nella canna fumaria! Jack a questo punto comincia a gridare aiuto.
Alcune persone lo sentono ma non capiscono la provenienza delle urla. La prima a trovare il ragazzo è una signora che abita di fronte alla casa del furto. Avvicinatasi, gli chiede: “Cosa stai facendo lì dentro?”, “Niente, sono solo uno stupido” replica lui. Arrivano così i vigili del fuoco che lo tirano fuori dal camino e lo arrestano.
Quando la padrona di casa torna alla sera, ancora ignara dell’accaduto, trova uno strano comitato di accoglienza: giornalisti della tv, vigili del fuoco e polizia.

Caro Jack, dal camino ci passano solo Befana e Santa Claus!

Fonte: Yahoo, Il Messaggero

You may also like...

Lascia un commento