Come sfuggire alle onde di cellulari e wi-fi? Vai a vivere in una grotta!

Se pensavate che da millenni ormai l’uomo non abitava più nelle caverne, vi sbagliavate di grosso.

In Francia infatti due donne, Anne Cautain e Bernadette Touloumond, vivono abitualmente in una grotta delle Hautes-Alpes, nel sud-est del Paese.
La ragione di questa drastica scelta risiede nel tentativo sfuggire alle onde del wi-fi e dei portatili.

Le due francesi dicono di soffrire di una forma grave di elettro-ipersensibilità.
Anne, 55enne, ha riferito che un giorno, mentre lavorava all’università di Nizza, ha visto la sua vita trasformarsi in quella di un «animale braccato». Da quel momento le radiofrequenze le hanno causato di «insopportabili mal di testa» e «bruciature nel cranio e sulla pelle», tanto che 2 anni fa’ si è trasferita a vivere in una caverna. La solitudine però non è durata a lungo: Bernadette, ex hostess di 65 anni, si è unita a lei da qualche mese.

Le donne chiedono ora la creazione di «zone bianche», ossia posti privi di antenne.
Anne e Bernardette non sono sole nella loro battaglia: l’associazione Robin des Toits, che milita per il riconoscimento della malattia delle due signore, assicura che circa il 3% dei francesi soffrirebbero di elettro-ipersensibilità.

Va bene riscoprire il contatto con la natura, ma questo forse è un po’ troppo!

Fonte: Il Messaggero

You may also like...

Lascia un commento