Le star italiane dello spettacolo scoprono Google+, Instagram e Pinterest

Dopo il 2012 finalmente per i vip italiani social network non è più solo sinonimo di Facebook. Forse per i numeri in crescita, oltre a Twitter, anche Google+, Instagram e (anche se poco) Pinterest stanno infatti attirando la loro attenzione.

Se il merito di sdoganare Twitter è stato di Fiorello, dalle analisi mensili del mio Osservatorio Social Vip emerge in modo chiaro come le star della musica siano state le più veloci a trasferire la loro popolarità su quasi tutte le piattaforme sociali.

FACEBOOK: dominio assoluto di Vasco Rossi, con 3 milioni e rotti di fan. Poi Laura Pausini, che ha terminato la sua rincorsa alla seconda posizione di Luciano Ligabue.

TWITTER: il Re incontrastato è Jovanotti, primo italiano a superare il milione di follower, prima del duo Pausini-Liga.

GOOGLE+: Tiziano Ferro, inserito nelle proprie cerchie da 666.000 fan, precede Eros Ramazzotti (251.000) e Alessandra Amoroso (120.000).

YOUTUBE: Su You Tube a primeggiare Clio Zammatteo aka Clio Make Up (106 milioni di visualizzazione sul suo canale), seguita da Fabri Fibra (87 milioni) e Jovanotti (79 milioni). Ma il primato del 2012 va al giovane rapper Emis Killa, che ha totalizzato 54 milioni di view praticamente tutte quest’anno: 17 milioni con il solo singolo “Parole di ghiaccio”.

Spostandoci sulle piattaforme fotografiche la storia cambia.

INSTAGRAM: Emis Killa comanda la classifica con 47.000 follower, seguito da Elisabetta Canalis (42.000) e la webstar Guglielmo Scilla aka Willwoosh (40.000).

PINTEREST: è il regno delle fashion blogger e di chi punta sull’aspetto visuale. Per questo a primeggiare è Alessia Marcuzzi (1.600 follower), che pinna le foto dal suo blog lapinella.com.

Qui sotto l’infografica con tutti i numeri del 2012. La vuoi pubblicare sul tuo blog? Copia il codice qui sotto!

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento