Twitter è per i fighi, Facebook per gli sfigati e gli stalker!

Twitter è troppo più cool di Facebook, c’è gente avanti e si parla di argomenti top!“.

Macchè, su Facebook ci sono tutti i miei amici, Twitter è per guardoni e esibizionisti, eppoi da imparare è troooppo sbatta“.

In rete si sprecano discussioni come queste, ma a dirimere la questione ci pensa Google Search.

In rete mi sono imbattuto in un’immagine che mostra le ricerche più frequenti che escono digitando “facebook is for” sul più popolare motore di ricerca. A quel punto mi son chiesto, e se digitassi “twitter is for”?

Iniziamo a dire che sono entrambi per perdenti, idioti (o altri vocaboli altrettanto lusinghieri), vecchi e narcisisti, così scontentiamo tutti subito e non se ne parla più!

Twitter però è per hipster, cioè “tipi alla moda“, mentre Facebook per persone sole, spacconi, stalker e imbroglioni.

E infine, Facebook è… per sempre (è un bene o un male?)

Beh, insomma, se ancora siete incerti su quale social network preferire forse questo post vi farà decidere definitivamente! 🙂

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento