A caccia di fake. La classifica dei profili falsi più clamorosi delle celebrity su Twitter

Anche nel 2013 Twitter continua ad essere il social più “osservato” dalla stampa e dagli amanti del gossip. Ed ecco dunque che si susseguono rumor in rete di nuovi sbarchi da parte delle star dello spettacolo, in particolare dei personaggi televisivi. In molti casi solo fake, in grado di raccogliere migliaia di follower.

Di seguito la classifica dal meno al più seguito, che vi chiedo di aiutarmi ad aggiornare (ne sto verificando un altro paio niente male!). Segnalatemi ulteriori rumor, “prove di colpevolezza” o account sospetti. E se scoprite che in realtà i profili sono veri, fatemi sapere.

Non sapete come sgamare un profilo farlocco di un vip? Ecco una breve guida per tramutarvi in 5 minuti in un “cacciatore di fake”!

Dopo appena dieci mesi di onorato cinguettio Belen Rodriguez si era cancellata da Twitter a maggio, periodo in cui era subissata di critiche e insulti online. Ma ecco che, per i più di 90mila follower rimasti orfani, l’8 settembre 2012 sembra riaccendersi la luce. Riappare l’account @realbelen che è però palesemente un fake. La conferma anche nel basso numero di affezionati che è stata in grado di raccogliere.

Pippo Baudo su Twitter? Fate bene a basirvi. Quasi un anno fa’ è apparso questo account che, a parte il centinaio di retweet e un tripudio di “un abbraccio a tutti”, non ha mai emesso un tweet decoroso. Nonostante questo, come mi ha segnalato il terribile @Castigavip, ha colto in fallo il twittarolo Francesco Facchinetti.

Più sgamato Fiorello a cui, invece, qualche dubbio era venuto…

Marco Salvati, autore insieme a Stefano Jurgens dello show preserale “Avanti un altro”, mi ha fatto notare che Paolo Bonolis vanta parecchi profili, ma tutti finti. Quello che vedete qui sopra, in sei mesi ha “acchiappato” 11.000 utenti. Insieme a Belen, Bonolis è senza dubbio uno dei “soggetti più a rischio” dello show business italiano. Già nel 2011 un suo fake, prima di chiudere i battenti, era riuscito a raccogliere ben 65.000 follower!

BEN 10 tweet in 9 mesi, praticamente tutti saluti, buon Natale e buon anno. Sarebbe questo l’incredibile impegno di Rudy Zerbi dopo il suo ritorno su Twitter. In realtà così non è. Nonostante lo stesso nickname, avatar e bio anche questo profilo è palesemente farlocco. Rudy non fa infatti segreto che dopo la sua “fuga” da Twitter ha continuato a cinguettare (firmandosi semplicemente “Rudy”) con il profilo del programma “Rossi di sera”, che conduce su Radio Deejay con Laura Antonini (lei invece è molto attiva con il suo account personale). Sì, ma prima o poi Zerbi riaprirà bottega? Il critico musicale Luca Dondoni (seguitelo, lui è vero!), che lo conosce bene, mi ha confidato che “Un po’ di voglia di tornare secondo me ce l’ha. Non giudico impossibile un suo ritorno“.

Online da fine 2009, questo profilo ha emesso un solo tweet, che è bastato per incuriosire quasi 20.000 persone. Maria De Filippi non è su Twitter ma potrebbe esserci presto. In una recente intervista a TV Sorrisi e Canzoni la conduttrice di “Uomini e Donne” e “Amici” ha infatti espresso il suo apprezzamento per Twitter:

Twitter è un mezzo molto interessante. Certe volte leggo dei messaggi che dicono solamente: “Buongiorno a tutti”. Che cosa significa questo? Che la gente ha bisogno di parlare. Nei paesini la gente va al bar per parlare, Twitter può aiutare chi ha difficoltà di comunicazione“.

E allora ecco che, come spesso avviene, il passaparola diventa sempre più certezza e iniziano a scriverne blog di televisione e gossip. Prova a mettere ordine il già citato Luca Dondoni. Ecco un estratto del suo articolo, che potete leggere integralmente sul suo blog “Dentro Amici:

Risulta improbabile che Maria de Filippi apra un profilo Twitter personale. Lontana dal voler rilasciare dichiarazioni sui più svariati argomenti e contenta della sua posizione di professionista che preferisce lavorare anziché parlare di cose che non la riguardano, la signora Costanzo non vorrà certo entrare in un mondo dove “il commento” non solo è richiesto ma è strutturale nel DNA di questo social network. Su Twitter esisti e ti si segue se ci sei e NON se ti limiti a guardare. Che Maria de Filippi trovi il tempo per il social-sharing lo giudico poco probabile a meno che se ne occupi una terza persona sotto sue indicazioni. Un lavoro da ghost writer che verrebbe letto dagli utenti come un’interazione a metà. Da abbandonare in poco tempo. Maria De Filippi non è persona da lavori a metà e per questo immaginiamo che lo sbarco su Twitter non sia una delle priorità del momento.
P.S.: Con la certezza di poter essere smentito già nelle prossime ore.
“.

Scomparso da poco il fake di Luciana Littizzetto aveva raccolto ben 35.000 fan con una manciata di tweet. A metà dicembre è stato aperto quello qui sotto che, complice il Festival di Sanremo, ha già superato gli 11.000 accoliti. Dopo poco giorni niente più tweet. Che ne dite, sarà davvero lei?

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento