Arianna Errigo vs Andrea Cassarà. Intervista doppia in punta di fioretto

Venerdì vi ho parlato dell’uso di Twitter da parte degli schermidori italiani. Twittano praticamente tutti, alcuni dal 2009. Aldo Montano e Valentina Vezzali i più seguiti. Ma essendo l’analisi basata sui freddi numeri, cosa c’è di meglio di chiedere a due nomi di primo piano del fioretto mondiale di raccontare le loro esperienze sui social network? Come promesso, ecco l’intervista doppia tra il doppio oro di Budapest Arianna Errigo e il vincitore della Coppa del Mondo 2013 Andrea Cassarà.

1. Tra pionieri e iscritti di recente, voi e compagni siete praticamente tutti su
Twitter. Chi vi ha contagiato, e cosa vi ha convinto ad iniziare?

Arianna: Ho iniziato per curiosità. Ma anche perché i miei amici mi hanno “obbligato” così per mettersi d’accordo su ogni cosa.

Andrea: Ho iniziato a usare Twitter perché dopo il fenomeno Facebook vedevo che la maggior parte delle persone che lo usava stava “migrando” su di esso, quindi per curiosità ho deciso di farmi un account.

2. Twitter contro Facebook. Quale preferite e perché?

Arianna: Preferisco Facebook solo perché posso scrivere di più. Ma sono comunque tutte due molto utili soprattutto per uno sport come il nostro, dove non viene trasmesso molto. I social network aiutano ad aggiornare ogni risultato o spostamento, tant’è che ho creato anche una App personale.

Andrea: Dopo il primo impatto ho iniziato sempre di più a usare Twitter, era più veloce e immediato di Facebook. Adesso uso praticamente solo Twitter, su Facebook ho attivo solo la pagina fan.

Con Arianna Errigo – Coppa del Mondo Fioretto Femminile Torino 2013

Continua a leggere

Pages: 1 2

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento