Siete proprio sicuri che Enrico Mentana abbia lasciato Twitter?

Tante grazie e arrivederci. Senza se e senza ma Fiorello (sembra sia tornato, ma ne parliamo in un altro momento!), Rudy Zerbi e Filippo Magnini avevano preso e chiuso l’account lasciando sole decine di migliaia di seguaci. Enrico Mentana invece all’ennesima valanga di insulti e improperi dei frustrati del web ha sbraitato, salutato, ma per il momento non ha chiuso il profilo.

Le reazioni dei sopra citati Zerbi e Magnini mi erano sembrate esagerate. Non peraltro, hai fatto tanto per accrescere il tuo seguito (perché dai, ti sei iscritto per quello no?), poi prendi e te ne vai abbandonando non solo i troll ma anche i supporter realmente interessati che cercano il dialogo in modo educato e argomentato? E allora? Penso che il Direttore ci stia pensando, e stia sbollendo la rabbia prima di tornare tra noi.

In molti in queste ore, come Cinzia Bancone di TV Talk, lo stanno criticando per quello che sarebbe uno dei motivi centrali della sua arrabbiatura: l’anonimato permesso da Twitter.

In effetti anche se fossero tutti con @NomeCognome non potrebbe comunque inseguirli tutti, querelarli e neanche – come suggerisce Flavio Briatore – bloccarli tutti. Ma ignorarli sì però.

Alla fine tutta questa storia ha una spiegazione molto semplice: Enrico si è stufato. E’ un comunicatore, e che Twitter gli piaccia si capisce. E pure il confronto, visto che prima di “mollare” ha provato a rispondere alle accuse che gli venivano mosse. Ma sa che se vuole continuare in modo costante e professionale a scrivere cose interessanti, selezionare i tweet dei troll da quelli delle persone perbene, rispondere alle menzioni stimolanti, come ha scritto oggi Linus sul suo blog, con 300.000 follower diventa un vero lavoro…

E di rogne ne ha avute, proprio a causa di Twitter. La moglie Michela Rocco di Torrepadula che qualche mese fa’ ha twittato la presunta scappatella di lui. Più di recente lo sfondone sulla morte di Fabri Fibra, che sarebbe stato il tweet emesso da qualcuno che si è impadronito del suo smartphone.

Insomma su Twitter it’s hard to be Mentana! Ma continuo a pensare che il suo abbandono sia più una minaccia che una reale decisione. Pronto ad essere smentito nelle prossime ore, penso che stia semplicemente smaltendo. Esaurita la pausa di disintossicazione attendo il suo prossimo tweet.

Stefano Chiarazzo

Comunicatore di impresa, formatore e consulente aziendale, blogger. Da 12 anni cura le pubbliche relazioni di grandi marche per una multinazionale del largo consumo. Nel 2011 ha avviato l’Osservatorio Social Vip, che studia i personaggi famosi italiani sui social media come fenomeno di comunicazione e di costume. I dati di popolarità su Facebook, Twitter e Instagram di più di 1000 celebrità dello spettacolo, dello sport, del giornalismo e della politica sono ripresi periodicamente dai media. Nel 2013 ha lanciato il Social Radio Lab, spazio di informazione, ricerca e condivisione sull’evoluzione della comunicazione radiofonica in collaborazione con le maggiori radio nazionali, le web radio di Spreaker e grandi manifestazioni come Festival del Giornalismo, Social Media Week e Festival delle Generazioni. Collabora con Wired e insegna marketing e comunicazione presso vari Master tra cui la Business School de Il Sole 24 Ore.

You may also like...

Lascia un commento